ANTICIPAZIONE CONCERTI FVG 2023

Dopo un’estate sovraccarica di musica dal vivo in Friuli-Venezia Giulia, sono seguiti mesi a ritmo decisamente meno sostenuto. Sembra partire piano anche il 2023, puntando su nomi consolidati (Baglioni, Raf, Cristicchi…) con pochi artisti internazionali e novità (per ora due chicche da non perdere: Algiers e Damien Rice); non resta che aspettare i cartelloni ancora da svelare.

A proposito di conferme: la monfalconese Elisa, che a capodanno è live al Palazzo del Turismo di Jesolo, dopo i due sold out a dicembre con “An intimate night” torna al Politeama Rossetti il 6 gennaio, ospite di “Buon Anno Trieste”, la manifestazione organizzata dalla Confcommercio. 

Top secret il programma musicale del Teatro Miela, che per ora dà solo appuntamento al 13 gennaio con gli Omini, giovane band fresca dell’ultimo X Factor e dell’Hangar Teatri che il 21 gennaio, per l’apertura del Trieste Film Festival, propone i Porto Morto di Zagabria (in collaborazione con il Kino Šiška). 

Claudio Baglioni con il tour “Dodici Note Solo Bis” a dicembre ha già fatto tappa a Udine e Gorizia, il 30 gennaio torna al Politeama Rossetti, per un altro giro nei teatri, visto il successo del precedente “Dodici Note Solo”, con il cantautore romano alla voce, pianoforte e altri strumenti.

Il 4 febbraio al Rossetti (il 10 e 11 a Udine) sbarca l’Abba Symphonic – Real Tribute Show, concerto sinfonico che segue il cinquantesimo compleanno degli Abba, la leggendaria band svedese fautrice di storici tormentoni del pop e della disco music, con più di 400 milioni di album venduti in soli dieci anni, mentre dal 9 al 12 febbraio al Politeama va in scena l’edizione del decennale di “Magazzino 18” con Simone Cristicchi, dal 28 al primo marzoc’è la tromba di Paolo Fresu con Tango Macondo – il venditore di metafore e il 14 marzo si recupera la data slittata per covid di Ermal Meta (che il giorno prima è a Udine).

Una ricetta a base di selvaggio post punk, oscura elettronica e appassionato gospel soul che ha conquistato pubblico e critica facendoli diventare una delle band più apprezzate dal vivo: gli americani Algiers il 18 febbraio portano il nuovo disco “Shook” al Capitol di Pordenone

È sold out la data del 25 febbraio all’Auditorium Concordia di Pordenone per Francesca Michielin: il suo tour nei teatri per festeggiare dieci anni di carriera parte proprio dalla nostra regione. 

Simone Cristicchi e Amara, insieme sul palco, in un ideale passaggio di testimone, affrontano con grazia e rispetto il repertorio mistico di Battiato, facendosi portatori dei messaggi spirituali che hanno reso immortale la sua opera, il 19 marzo al Teatro Verdi di Muggia

Due band triestine alla conquista dei teatri nazionali: il 24 marzo i 40 Fingers portano le loro rivisitazioni chitarristiche al Concordia di Pordenone e i Canto Libero, con il loro omaggio a Battisti e Mogol, sono il 26 marzo al Giovanni da Udine e il primo aprile al Concordia

“The Guardian” l’ha definito “il poeta della chitarra”: Damien Rice è un cantautore irlandese tra i più stimati e i biglietti per il 31 marzo al Nuovo Giovanni da Udine sono andati a ruba, lì il 2 maggio è atteso anche Raf. Cosa riserva l’estate? Per ora: Tiziano Ferro allo Stadio di Lignano il 7 giugno. A luglio: Ultimo a Lignano l’1, il trapper Sfera Ebbasta a Palmanova il 2, Stewart Copeland a Udine il 12, Ben Harper il 15 torna al No Borders ai Laghi di Fusine. Online qualche sito indica i Negramaro allo Stadio Rocco il 6 luglio: per ora non vi è conferma ufficiale. 

Elisa Russo, Il Piccolo 30 Dicembre 2022 

Dopo un’estate sovraccarica di musica dal vivo in Friuli-Venezia Giulia, sono seguiti mesi a ritmo decisamente meno sostenuto. Sembra partire piano anche il 2023, puntando su nomi consolidati, con pochi artisti internazionali (nei primi mesi dell’anno da non perdere: Algiers e Damien Rice); aspettando siano ufficializzati i cartelloni primavera/estate ancora in via di definizione. 

Il 21 gennaio al Teatro Pasolini di Cervignano arriva “Arcipelago Ivan”, concerto di Filippo Graziani che si cimenta con l’indimenticabile repertorio del papà.

Il Capitol di Pordenone (che riparte il 14 gennaio con il tributo a Bowie dei White Dukes), il 28 gennaiopropone Abbey Town Jazz Orchestra, uno show dedicato agli amanti dello swing, del rock’n’roll e del ballo, con la partecipazione del pianista Matthew Lee e il 4 febbraio Erio, una delle voci più particolari delle passate edizioni di X Factor. 

Il 10 e 11 febbraio al Nuovo Giovanni da Udine sbarca l’Abba Symphonic – Real Tribute Show, concerto sinfonico che segue il cinquantesimo compleanno degli Abba, la leggendaria band svedese fautrice di storici tormentoni del pop e della disco music, con più di 400 milioni di album venduti in soli dieci anni. 

Una ricetta a base di selvaggio post punk, oscura elettronica e appassionato gospel soul che ha conquistato pubblico e critica facendoli diventare una delle band più apprezzate dal vivo: gli americani Algiers il 18 febbraio portano il nuovo disco “Shook” al Capitol di Pordenone. Il 24 febbraio, al Pasolini, va in scena il progetto “Scenario” dei C’Mon Tigre, tra gli esperimenti più stimolanti e innovativi della musica contemporanea, con note provenienti da Europa, Africa, Nord America e Medioriente.

È sold out la data del 25 febbraio all’Auditorium Concordia di Pordenone per Francesca Michielin: il suo tour nei teatri per festeggiare dieci anni di carriera parte proprio dalla nostra regione. Al Nuovo Giovanni da Udine, il 13 marzo si recupera la data slittata per covid di Ermal Meta, mentre uno dei nomi più raffinati del rap made in Italy, Claver Gold, è al Capitol il 18 marzo. “The song is you” di Enrico Rava (flicorno) e Fred Hersch (pianoforte) il 21 marzo incanterà il Pasolini, e il 24 il teatro di Cervignano ospita Pink Planet – Another Pink Floyd Tribute, nove elementi affiancati dal critico musicale Andrea Ioime nei panni del narratore.

Freschi della collaborazione con Andy Summers dei Police, il 24 marzo i 40 Fingers portano le loro rivisitazioni chitarristiche al Concordia di Pordenone e i Canto Libero, con l’omaggio a Battisti e Mogol, sono il 26 marzo al Giovanni da Udine e il primo aprile al Concordia

“The Guardian” l’ha definito “il poeta della chitarra”: Damien Rice è un cantautore irlandese tra i più stimati e i biglietti per il 31 marzo al Nuovo Giovanni da Udine sono andati a ruba; il 2 maggio il teatro udinese propone Raf. Cosa riserva l’estate? Per ora i due grandi eventi allo stadio Teghil di Lignano: Tiziano Ferro il 7 giugnoUltimo il primo luglio. E ancora a luglio: il trapper Sfera Ebbasta a Palmanova (Piazza Grande) il 2Stewart Copeland a Udine il 12 e Ben Harper (& The Innocent Criminals) il 15 torna al No Borders ai Laghi di Fusine

Elisa Russo, Il Messaggero Veneto 03 Gennaio 2023 

Articoli consigliati