Sarà la prima estate con la pandemia alle spalle e una programmazione ricca di cui si è avuto un assaggio già in questa fine primavera. La seconda metà di giugno procede con una serie di nomi italiani dai generi vari come il “Gloria Forever Tour” di Umberto Tozzi il 16 a Palazzolo dello Stella; Neima Ezza, il rapper nato in Marocco e cresciuto nei quartieri milanesi di San Siro e Baggio, il 17 a Lignano; la band elettro dance Planet Funk il 23 a Tolmezzo, per poi chiudersi con gli ospiti internazionali: la brass band newyorkese Lucky Chopsa Trieste (San Giusto) il 29 e i Deep Purple il 30 a Pordenone. Ma è luglio il mese più caldo: si parte l’1 con il concerto di Ultimo, per il grande evento allo stadio di Lignano il cantautore romano porta il suo quinto album “Alba”, in una data zero che ancora una volta sceglie la regione. Quella stessa sera Folkest propone i napoletani 99 Posse a San Daniele (chi non ricorda “Curre curre guagliò”?), mentre Azalea ha scelto come protagonisti della Notte Bianca al Castello di Udine i Boomdabash, reggae band salentina e per il 2 luglio la trap di Sfera Ebbasta a Palmanova. La cantante cubana Omara Portuondo, famosa in tutto il mondo per il progetto Buena Vista Social Club, incanterà Trieste il 3. Molti l’hanno conosciuto a Sanremo con “Supereroi”, diventato un tormentone: Mr. Rain è pronto a farsi valere dal vivo a Lignano l’8. Alice canta Battiato a Trieste il 9 a San Giusto, mentre il 10 in Piazza Verdi ci sono i Mombao con il nuovo disco “Sevdah”; intanto l’americana Joss Stone con la sua voce “soulful” inaugura a Grado “Ospiti d’autore”. L’11 a Lignano Elio(senza Storie Tese) offre il suo omaggio a Jannacci con “Ci vuole orecchio” e a Udine suona il cantautore e polistrumentista australiano Xavier Rudd. Uno dei più importanti trombettisti al mondo, Arturo Sandoval, è a Trieste il 12 mentre Udine cala l’asso Stewart Copeland dei Police con l’Orchestra. Altro nome che ha fatto la storia della musica: il chitarrista Steve Hackett (ex Genesis) suona a Palmanova il 13. Il 14 il king del rap italiano Fabri Fibra è a Lignano, Dj Ralf con Orchestra Rossini a Trieste, Mannoia ad Aquileia. Il 16 è il Måneskin day a Trieste, ma non mancano le alternative, tra cui i vincitori dell’ultimo X Factor Santi Francesi a Grado, la PFM ad Aquileia. Il 18, a Pordenone, c’è l’astro nascente della scena urban Silent Bob con Sick Budd. L’eleganza senza tempo di Fabio Concato sbarca a Grado il 19, ma i più giovani potranno dirottare sul rap di Emis Killa a Pordenone. Il britannico Tom Odell è a Lignano il 20, mentre Piazza Verdi a Trieste avrà un nome di punta del TriesteLovesJazz, gli americani Yellowjackets, la più longeva fusion band della storia. La Piazza Grande di Palmanova il 21 si accenderà con la stella mondiale del sassofono Jimmy Sax, mentre a Pordenone si esibisce una delle nuove scoperte sanremesi, Tananai. Il 25 Grado propone Dardust, pianista e performer elettronico, produttore delle popstar, visto anche al fianco di Elisa e Lignano i londinesi Morcheeba,affermatisi nei ’90. Il castello di Udine spazia da Ruggero de i Timidi col suo show irriverente e colorato il 26 a Madame, forte del successo della sua “Il bene nel male” all’ultimo Sanremo, il 28. Chiudono questo luglio impegnativo Stefano Massini e Luca Barbarossa il 28 a Trieste, il rapper e cantautore urban Villabanks il 29 a Lignano e gli eroi locali della chitarra, ormai alla conquista del mondo, 40 Fingers a Trieste, il 30 i Fast Animals and Slow Kids a Cividale per il Mittelfest e Ray Gelato a Trieste. Agosto vede più attive le località balneari (ma non solo). Grado il primo del mese ha Johnson Righeira e Sinfonico Honolulu, il 4 Piero Pelù; Lignano il 2 gli Oblivion, il 7 Alex Britti, il 20 le inossidabili sorelle Iezzi Paola e Chiara, tornate in auge con “Furore”, il 26 l’immensa voce dell’ex Led Zeppelin Robert Plant, il 27 Canto Libero, omaggio a Battisti e Mogol e il 31 i Franz Ferdinand, gruppo rock alternative da Glasgow. A Trieste non mancherà il concerto all’alba sul Molo Audace, il 13 con Juan Vladilo. Udine batte i suoi ultimi colpi estivi con il crooner catanese Mario Biondi il 2, il cantautore romano vincitore di Sanremo 2020 Diodato il 6, il trombettista e compositore statunitense jazz fusion Randy Brecker con l’Accademia Naonis il 7 per Folkest, Roberto Vecchioni il 26 (a Lestizza). A San Vito al Tagliamento ci saranno Carl Brave, cantante e producer romano da quaranta dischi di platino, il 26 e Francesca Michielin il 29 con l’unica data in regione del suo tour “L’estate dei Cani Sciolti”. Merita una segnalazione anche il rapper Ernia il 20 a Monfalcone, evento di punta del Generation Young Festival. Un ultimo sguardo a settembre con un doppio appuntamento il 2: a Lignano i Coma Cose, duo in cui milita la pordenonese Francesca Mesiano, che ha spopolato agli ultimi Sanremo, e i britannici Editors a Gorizia.

1.GRANDI EVENTI A TRIESTE

Tra le tante conferme, la novità dell’estate è il ritorno dei cosiddetti “grandi eventi” a Trieste: al primo posto i Måneskin allo Stadio Nereo Rocco il 16 luglio. Si tratta della data zero per la band italiana più conosciuta al mondo, che ha scelto proprio il capoluogo giuliano per l’avvio del nuovo tour. Piazza Unità ospiterà invece, a cinque anni dall’ultimo grosso happening musicale, i due concerti di Zucchero il 4 e 5 luglio e Biagio Antonacci il 15. 

2.NO BORDERS MUSIC FESTIVAL (nel TARVISIANO) 

È la 28esima edizione di uno dei festival più amati (anche) per le sue splendide location naturali: il No Borders inaugura il primo luglio con l’americano Jack Johnson e in apertura Ziggy Alberts, il 2 c’è il pop raffinato dei Baustelle, il 15 Ben Harper, il 16 Mannarino, il 20 LP, il 22 Skunk Anansie, il 23 Mika (tutti ai Laghi di Fusine alle 14). Suonano a Sella Nevea: il 29 Stefano Bollani & Trilok Gurtu (Altopiano del Montasio) e il 30 Benjamin Clementine (Rifugio Gilberti). 

3.UDIN&JAZZ (Castello di Udine e altre location a UD)

33 candeline da spegnere per Udin&Jazz: non c’è modo migliore di farlo che con la grande musica di due stelle come Stewart Copeland, ex batterista dei Police, che il 12 luglio, accompagnato dall’orchestra, propone il repertorio del progetto che condivise con Sting e Summers e il 19 il gigante della chitarra Pat Metheny(entrambi al Castello di Udine). E tanto altro: Amaro FreitasEliane EliasLakecia BenjaminGreenTea inFusionZerorchestra, De Mattia/Pacorig, Ludovica Burtone, Mark Lettieri… 

4. SEXTO ‘NPLUGGED (SESTO AL REGHENA – PN)

Diventa maggiorenne il boutique festival più raffinato del Friuli. In Piazza del Castello a Sesto al Reghena apre le danze il 6 luglio la pianista Hania Rani tra musica da film, elettronica e tastiere, il 7 il giovane duo di Liverpool King Hannah che rivisita il sound dei ‘90, l’8 i Verdena, una delle rock band più vigorose e apprezzate dello stivale, il 9 il magnetico musicista e cantante inglese Ben Howard e l’11 chiudono i Dry Cleaning, band post-punk britannica. 

5. PORDENONE BLUES (PARCO SAN VALENTINO) 

Si può ripetere il botto dell’anno scorso con Jeff Beck e Johnny Depp? Di certo Pordenone Blues (edizione 32 al Parco San Valentino) propone nomi forti anche quest’anno: il 30 giugno i Deep Purple, pietra miliare dell’hard rock. A luglio: il primo del mese The Cult (culto di nome e di fatto con hit come “Rain”) e The Damn Truth, il 2 una serata a tutto punk con The Stranglers, Buzzcocks, Ruts Dc e il 4 il rock’n’roll la fa da padrone con Airbourne e Royal Republic.

6. VILLA MANIN (di Passariano, Codroipo UD)

Suona trita e ritrita “splendida cornice” ma che altro dire di Villa Manin a Passariano di Codroipo? Aprono le danze i toscanacci adorabili Zen Circus il 25 giugno. Due nomi grossi, generazioni diverse: il rapper Lazza il 30 giugno e l’eterno Gianni Morandi l’8 luglio. L’indie dell’Officina della Camomilla il 9 luglio, il 14 Daniel Norgren (che ha collaborato alla colonna sonora di “Le Otto Montagne”), il 16 Black Country, New Road, tra post-punk e avant jazz, il 21 Jeremiah Fraites (il cofondatore dei Lumineers) e il 28 l’incantevole Maria Antonietta

7. FESTIVAL MAJANO (Piazza Italia, Majano UD)

Tra i più longevi, alla sua 63esima edizione, il Festival di Majano apre alla grande con il rapper Salmo il 22 luglio, uno dei live più potenti in circolazione. Il 23 Panariello vs Masini (tra battute e canzoni, l’incontro del comico e del cantautore), il 29 i due big del pop Renga e Nek. Ad agosto: l’8 Goran Bregovic ritorna con la sua festosa Wedding and Funeral Band, il 10 la reunion degli Articolo 31. Chiude, il 14 agosto, Gabry Ponte, star della musica dance, ex Eiffel 65.   

8. ONDE MEDITERRANEE (Gradisca d’Isonzo GO + Palmanova)

La rassegna di Euritmica (27esima edizione) parte da Palmanova il 20 luglio con Nick Mason (batterista e cofondatore dei Pink Floyd) accompagnato da una super band con cui cercherà di ricreare il suono degli anni d’oro dell’amato gruppo britannico. Carmen Consoli con Marina Rei, due delle più energiche artiste italiane, sono sul palco del castello di Gradisca d’Isonzo il 27 luglio, che la sera dopo ospiterà invece Daniele Silvestrie il 29 un altro grande cantautore della scuola romana, Niccolò Fabi.   

Elisa Russo, Il Piccolo e Messaggero Veneto 2023 

Articoli consigliati