ESPLOSIONE VOCALE 13 e 14 aprile 2024

La settima edizione del festival internazionale, interculturale e intergenerazionale “Vokalna eksplozija/ Esplosione vocale/ Vocal explosion” si terrà il 13 e 14 aprile tra città e Carso. Nel dettaglio: sabato 13 aprile alle 20.30, alla Sala Luttazzi del Magazzino 26 in Porto vecchio (all’interno della rassegna “Una luce sempre accesa”) si esibiranno Jazzation, pluripremiato gruppo vocale ungherese, per la prima volta a Trieste, a dicembre due volte sold out a Budapest per la presentazione del loro nuovo cd e in apertura Anakrousis Vocal Group. Domenica 14 alle 18 a Gropada 82, nella sala Skala, spazio a due colossi della musica corale triestina, Zskd e Usci con Dvs Primorsko (Alexandra Pertot), Coro Jacobus Gallus (Marko Sancin), Coro Liceo Oberdan Senior con Sine Tempore (Stefano Klamert), Tacer non posso (Francesco Calandra), Anakrousis Project e Young. Inoltre, sia il sabato che la domenica, si tiene il “Gro-w-shop” (Gropada Weekend Workshop) con l’inglese Clare Wheeler (insegnante di canto classico e jazz, ex cantante dei cinque volte premiati ai Grammy The Swingle Singers – il gruppo che cantava anche la sigla di “SuperQuark”), due giorni di corso all’insegna del canto: improvvisazione, tecnica, ascolto, canto di gruppo (sono già oltre sessanta gli iscritti). Il cartellone è stato presentato mercoledì all’auditorium della Casa della Musica in una conferenza stampa bilingue. “Esplosione vocale” è organizzato dall’associazione culturale Anakrousis (ha preso la parola il presidente Erik Solinas e la vicepresidente Jasna Gornik) con Usci – Unione Società Corali di Trieste (presente Franca Placenti), Zskd Ets (Unione dei circoli Sloveni) e, per la serata in Porto vecchio anche dal Comune di Trieste. «Presento il festival sia in sloveno che in italiano – ha detto Gornik a inizio conferenza – perché siamo un’associazione culturale a Trieste che apprezza molto la multiculturalità, da noi si intersecano cantanti e direttori sloveni, italiani e croati». Anakrousis è un’associazione che si occupa principalmente di canto, con tre gruppi vocali, spesso invitano a Gropada e Trieste ospiti dalla Svezia, Inghilterra, Ungheria. Il progetto grafico del festival e il logo dell’associazione è a cura di Marta Savignano di Doberdò del Lago. «Come Jasna ha ben riassunto – ha aggiunto Solinas – c’è stato un gran lavoro, lei per prima ha avuto l’intuizione di unire l’evento che è alla sua settima edizione, con il workshop che coinvolge musicisti acclamati e di grande esperienza. Emerge tutta la multiculturalità che ci contraddistingue, come associazione ma anche come ambito geografico e storico. Ringraziamo la Zveza, Unione dei circoli sloveni per l’importante contributo: ci ha sempre aiutati sia nella parte logistica che burocratica, anche con un sostegno economico». Per la prima volta, quest’anno la rassegna è entrata nella rete dei festival italiani di vocal music “Italian a Cappella Society”: così “Esplosione vocale” rappresenterà Trieste e l’intero Friuli-Venezia Giulia nel panorama nazionale. «Quello che per me è importante – ha concluso Placenti – è sottolineare che per Trieste si tratta di un evento straordinario, e questo grazie alla collaborazione tra diverse realtà».

Elisa Russo, Il Piccolo 31 Marzo 2024 

Articoli consigliati