GABRIELLA VUXANI “BUTTERFLY”

“Butterfly”, primo album per la triestina Gabriella Vuxani, verrà presentato alla Casa della Musica di Via dei Capitelli 3 sabato alle 18. Non un concerto, bensì un incontro di ascolto collettivo dell’album e spiegazione dei brani: i cd verranno regalati ai presenti, l’accesso all’evento è libero, con offerta volontaria il cui ricavato verrà interamente destinato all’associazione #iotifosveva, che si occupa di sostenere i bambini malati oncologici, presenti all’evento i genitori di Sveva.

«Sono nata a Trieste nel 1963. La musica – racconta Vuxani – ha sempre fatto parte della mia vita: quando ero piccola ascoltavo le canzoni dei Beatles, poi ho scoperto le sonorità americane della West Coast: Crosby, Stills, Nash & Young, Eagles, Jackson Browne, Carole King, Joni Mitchell». Ha studiato pianoforte al Tartini per sette anni ma la passione per il pop e rock ha avuto la meglio. Per diversi anni ha suonato le tastiere nell’ambito del laboratorio blues tenuto dal maestro Luigi Di Campo e ha studiato canto con Silvia Zafret. «Di professione sono una comunicatrice pubblica – prosegue – ma amo comunicare soprattutto con la musica. Così da qualche anno ho cominciato a scrivere canzoni: in inglese, perché il mio modo di esprimermi musicalmente è stato plasmato da tanti anni di ascolto di artisti americani. Le mie canzoni sarebbero però rimaste nel cassetto se non avessi incontrato uno straordinario pianista, arrangiatore e direttore musicale, Giovanni Vianelli, assieme al quale ho scritto la musica delle dieci canzoni dell’album “Butterfly”. Ha messo le ali alla mia musica e spero di vederla volare come una farfalla. È stato lui a trasformare la materia grezza delle mie composizioni in canzoni arrangiate e suonate professionalmente, con la partecipazione di straordinari musicisti triestini». La lista dei partecipanti, tutti noti (da Canto Libero, 40 Fingers, Pussy Wagons…) è lunga: Jimmy Bolco, Marco Vattovani, Alessandro Sala, Francesco Cainero, Marco Vargiu, Andrea Zullian, Marco Steffé, Emanuele Grafitti, Luigi Di Campo, Jacopo Tommasini, Jan Baruca, Fabio “Red” Rosso”, Joy Jenkins, Michela Grilli, Carlo Grandi, Marco Castelli. L’album, registrato da Vianelli (Canto Libero) e mixato da Fulvio Zafret all’Urban Recording Studio è stato masterizzato negli Usa; l’immagine di copertina è il quadro “Liberazione” della pittrice triestina Dusedda Oriolo.

Elisa Russo, Il Piccolo 25 Maggio 2024 

Screenshot

Articoli consigliati