LUCA LUCCHESI “Beat this 4 again”

«Un titolo che è un incoraggiamento ad andare avanti, a riprendersi le proprie vite» si chiama “Beat this 4 again” il nuovo ep del triestino Luca Lucchesi. Il compositore, chitarrista e cantautore rock lo presenta dal vivo il giorno stesso dell’uscita, sabato, alle 21 ai Mastri d’Arme in via di Tor Bandena 3/a accompagnato da Lorenzo Liberale alla batteria e Edi Forni al basso. Oltre agli inediti e alle sue vecchie produzioni riarrangiate (ad esempio gli estratti dal precedente album “Bad days are gone”), darà spazio a omaggi ai Beatles, Police, Jimi Hendrix, Toto. Il singolo che intitola l’intero lavoro, “Beat this 4 again”, è dedicato al batterista Lorenzo Fonda venuto a mancare nel 2018. «Ci conoscevamo fin da bambini – ricorda Lucchesi – e avevamo entrambi studiato alla Scuola di Musica 55, lui era allievo di Gabriele Centis. Era un batterista dalla musicalità impressionante, capace di esprimersi nel jazz e in qualunque altro genere. Nell’88 abbiamo fatto insieme il primo saggio di musica al Rossetti. Poi le nostre carriere si sono divise e spesso incrociate di nuovo. Quando ha sentito il mio primo album solista gli è piaciuto così tanto che ha voluto venire a suonare con me. Appartenevamo alla stessa generazione di musicisti, eravamo davvero amici. È stata una grande perdita per me». Gli altri tre brani che completano l’ep, registrato nello studio di David Sion (che ha contribuito all’arrangiamento e alla produzione), segnano una svolta nel suo percorso, toccando la new wave anni ‘80, il rock più duro dei ‘70 e poi una ballad romantica, “This is your place in the world”. «La maggior parte dei testi – racconta Lucchesi – sono autobiografici, mi piace scrivere di quello che provo sulla mia pelle, mi sento più onesto e spontaneo. A volte penso che la scrittura sia quasi un “demone”, non posso farne a meno». 

Nato a Trieste nel 1971, Lucchesi si è specializzato in chitarra jazz/blues alla Scuola 55 con Fabio Mini. Ha militato in passato nei Max Berlin e negli Zeronovemilligrammi (con questi ultimi aveva aperto per Max Gazzè e realizzato l’album “Il solito sabato”, in rotazione su Radio Company), ha collaborato con diversi gruppi e artisti (Overfunk, Sunrise Band, XYZ Trio, Franco “Toro” Trisciuzzi). 

Elisa Russo, Il Piccolo 20 Aprile 2024 

Screenshot

Articoli consigliati