TRIESTE CALLING THE BOSS E LIGHT OF DAY 2023

Arriva alla sua dodicesima edizione il Trieste Calling The Boss, il festival nato nel 2012 per festeggiare il concerto di Bruce Springsteen a Trieste. Da allora la manifestazione è diventata un appuntamento fisso, sebbene variabile nel calendario, per gli appassionati di rock e dintorni. Da giovedì a domenica diversi gli appuntamenti in città (tra Sala Luttazzi, Café Rossetti, Vecio Canal, Porto vecchio). La novità di quest’anno è che la kermesse ingloba anche il Light of Day, benefit con il sound della East Coast americana a favore della ricerca sul Parkinson, SLA e Sclerosi Multipla, protagonisti artisti americani “springsteeniani” come Joe D’Urso, James Maddock, Williams Honor e, per le date italiane, il cantautore calabrese Peppe Voltarelli. Il festival organizzato dall’associazione Trieste is Rock con l’apporto di Good Vibrations Entertainment parte giovedì alle 20.30 al Café Rossetti con un set acustico di Renato Tammi, per poi lasciare spazio al cantante e chitarrista Anthony Basso, accompagnato al piano da Andrea Reganzin, tra originali e cover, arrivando al rock party finale con la Barbablues Band. Venerdì alle 17, al Vecio Canal in Piazza del Ponterosso 2, ci sarà un set acustico speciale dedicato all’anno dell’esordio discografico di Bruce Springsteen avvenuto esattamente 50 anni fa. Di sera ci si sposterà alla Sala Luttazzi per il Light of Day Benefit alle 20.30, preceduto alle 19.30 da Tammi&Ozzella live nello spazio antistante il Magazzino 26. Sul palco della Luttazzi: Joe D’Urso & The Italian Job in apertura, a seguire la super band con D’Urso, James Maddock, Williams Honor e l’ospite italiano Peppe Voltarelli (ex voce de Il Parto delle Nuvole Pesanti, più volte vincitore della Targa Tenco). Sabato ancora al Porto vecchio: alle 19.30 davanti al Magazzino 26 si esibisce Francis, cantante della Mama Bluegrass Band. Alle 20.30 alla Sala Luttazzi i triestini Jay Tommasini e Stefano Bigontina scaldano l’atmosfera ai livornesi Blood Brothers, fautori di un ormai collaudato tributo a Springsteen, che si sono guadagnati i complimenti anche di due membri della E Street Band originale e del produttore dell’ultimo album di Bruce. Domenica, come da tradizione, il Trieste Calling The Boss saluta il suo pubblico con un pranzo che si terrà al Café Rossetti dalle 12.30, con l’accompagnamento musicale di Roy Maffezzoli e la Mama Bluegrass.

Elisa Russo, Il Piccolo 30 Novembre 2023 

Articoli consigliati