TRIESTELOVESJAZZ 2024

«Un suono fresco, ipnotico, una musicalità eccellente capeggiata da una voce sublime»: gli americani Kennedy Administration vantano come biglietto da visita queste lusinghiere parole pronunciate dall’icona del jazz Dee Dee Bridgewater, che così ha salutato il loro nuovo disco “Second Term”. Dopo aver incendiato i club newyorkesi con la loro miscela di jazz, r&b, hip hop e pop e aver aperto i concerti di Elton John, il gruppo guidato dalla carismatica cantante Kennedy e il suo partner musicale, il tastierista e produttore Ondre J, collaboratore di lunga data di Gregory Porter, saranno per la prima volta a Trieste il 10 luglio, in Piazza Verdi. Non sono gli unici big nel cartellone della diciottesima edizione del festival TriesteLovesJazz che partirà il 29 giugno in Piazza Verdi con l’energia della Topside Brass band, nello spirito della collaborazione internazionale,con un vasto repertorio di musica tradizionale e moderna. Riflettori accesi su un’altra proposta che arriva, come i Kennedy Administration, dalla grande mela: il 22 luglio si esibisce la pianista rock/jazz Rachel Z nota anche per aver collaborato con Peter Gabriel, Al Di Meola, Pino Daniele. A Trieste l’artista statunitense sarà accompagnata da due assi come Omar Hakim (batterista, tra gli altri, di Miles Davis, David Bowie e Madonna) e il bassista Jonathan Toscano. Ancora New York e di nuovo un collaboratore di Miles Davis: Adam Holzman è atteso il 24 luglio; nel 1985 il tastierista fu assunto da Davis per suonare nel leggendario album “Tutu” e in Piazza Verdi proporrà anche alcuni di quei brani, assieme alla sua band italiana, Big Bang Theory. Includendo queste star internazionali, TriesteLovesJazz, organizzato dalla Casa della Musica/Scuola 55 nell’ambito di “TriesteEstate” propone un calendario fitto: sono 28 gli eventi, tutti a ingresso libero, che animeranno anche il giardino del Sartorio. Per il calendario completo si rimanda al sito triestelovesjazz.com dove è disponibile il pdf scaricabile con i dettagli. La scelta sarà davvero ampia: dalla musica di Charles Mingus all’omaggio a Brahms, dal tributo pianistico a Michael Jackson al progetto originale di Klaus Gesing, alle presentazioni dei nuovi album di artisti triestini come il compositore “da film” e musicista Luca Ciut o del sassofonista Aldevis Tibaldi col suo disco dedicato alla musica di Duke Ellington, con la partecipazione straordinaria di Ares Tavolazzi (Area, Guccini, Conte…). E poi gli appuntamenti ormai fissi: molto apprezzato dal pubblico il concerto sul Molo Audace che si terrà domenica 11 agosto alle 4.50, protagonista quest’anno la pianista Sonia Cugini, il consueto omaggio a Lelio Luttazzi sulla scia delle celebrazioni del centenario del musicista e showman triestino e, a settembre, i premi Franco Russo e Starini.

Elisa Russo, Il Piccolo 11 Giugno 2024 

Screenshot

Articoli consigliati